A chi è rivolto il servizio di prelievi a domicilio

  • Persone che hanno difficoltà a deambulare

  • Lavoratori che non vogliono o non possono prendere un permesso per recarsi in un punto prelievi

  • Persone che vogliono ridurre al minimo il rischio di contagio da Covid-19

  • Persone che vogliono usufruire della comodità di avere un infermiere a casa propria, evitando file snervanti e lunghe attese agli sportelli dei punti prelievi

Come chiedere un appuntamento

Gli appuntamenti sono gestiti dalla segreteria, il personale fornirà tutte le informazioni di cui l’utente ha bisogno e concorderà con lo stesso un appuntamento.

La segreteria può essere contattata telefonicamente oppure per e-mail.

Clicca per vedere tutti i contatti

Prima di contattare la segreteria munirsi di tutta la documentazione necessaria:

  • Prescrizione medica
  • Documento di identità
  • Tessera sanitaria

Si consiglia di attendere prima di acquistare eventuali contenitori per la raccolta di campioni biologici, alcuni esami richiedono raccolte e contenitori specifici che sono forniti gratuitamente dal laboratorio.

Importante

Nel caso si sia covid positivi o altre situazioni particolari, è necessario informare la segreteria al momento della prenotazione.

Modalità di esecuzione del Servizio

Un infermiere si recherà al domicilio dell’assistito, il giorno e ora concordati con la segreteria.

Dopo aver effettuato il prelievo, all’utente viene consegnata la documentazione per il ritiro online dei referti.

Qualora la persona non abbia la possibilità di scaricare i referti da internet dovrà richiedere, al momento della prenotazione, il servizio di consegna cartacea dei referti.

Importante

Chiedete sempre al vostro medico indicazioni sul digiuno e l’eventuale sospensione di farmaci che state assumendo.

Nel caso si soffra di patologie della coagulazione o si assuma una terapia anticoagulante/antiaggregante, è necessario informare l’infermiere prima del prelievo.

Alcuni consigli per evitare piccole problematiche dopo il prelievo

Può succedere che, dopo un prelievo, si possano formare ematomi, talvolta associati a fastidio o dolore.

Le cause possono essere l’assunzione di terapie anticoagulanti/antiaggreganti, oppure da comportamenti non corretti da parte del paziente.

Alcuni consigli da seguire:

  • Dopo il prelievo non piegare il braccio, mantenerlo disteso con la mano aperta e rilassata, premere con il batuffolo di cotone sulla sede della puntura per circa 5 minuti. Se si assumono farmaci che alterano la normale coagulazione del sangue i tempi possono variare. Una volta smesso di sanguinare, non strofinare il cotone sulla sede di puntura, questo potrebbe causare la rimozione della crosticina e la ripresa del sanguinamento
  • Non effettuare sforzi con il braccio interessato dal prelievo per almeno 15/20 minuti
  • Astenersi da attività fisica intensa con il braccio interessato dal prelievo per almeno qualche ora

Di solito questo tipo di problematiche sono di lieve entità e si risolvono in poco tempo. Nel caso in cui l’ematoma non si risolva spontameamente ed insorgano alti sintomi è opportuno contattare il medico curante.